Tra le nuvole di Apple


E’ finalmente disponibile lo spazio di archiviazione targato Apple.

Come molti di voi già sapranno si chiama iCloud il servizio di online storage messo a disposizione dal team di Cupertino per tutti gli utenti della mela morsicata.

iCloud arriva a braccetto col nuovo sistema operativo iOS 5 e ci permette di salvare i dati, app, musica e molto altro con la possibilità di sincronizzarli con i nostri dispositivi Apple. Si può scaricare gratuitamente (e questa è una notizia!) e uploadare file fino ad un massimo di 5GB. Chi necessitasse di maggiore spazio è costretto a sborsare qualche soldo, in particolare:

  • 16€/anno -> 10GB
  • 32€/anno -> 20GB
  • 80€/anno -> 50GB

Se possedete un account iTunes tutto ciò che dovrete fare per navigare in iCloud è andare all’indirizzo www.icloud.com e inserire i dati relativi appunto al vostro account. In men che non si dica avrete a disposizione tante funzioni tra cui una molto interessante sembra essere iWork, un’applicazione web-based che permette di condividere con chi vogliamo i nostri progetti e i nostri lavori. Un’altra applicazione che può rivelarsi molto utile ma che, mi auguro per voi, non dobbiate mai ricorrerci è ‘Trova il mio iPhone’ che vi permette di rintracciare il vostro gioiellino nel caso lo perdeste mostrandovene la posizione su una mappa.

Che dire, un servizio sicuramente molto utile e che ci proietta nel mondo del cloud, mondo dove tra l’altro parecchie aziende stanno puntando. A differenze degli altri servizi di online storage offerti, quest’ultimo di Apple si differenzia, per forza di cose, per la specificità dei contenuti, riservata e ottimizzata appunto per gli utenti della mela.

Se possedete un gingillo made in Cupertino dunque, avere “la testa fra le nuvole” potrebbe non avere più lo stesso significato…

Antonio Fiore



Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: