Sito in flash? Sarà indicizzato!


Da sempre, quando si crea un sito flash, il risultato è spettacolare… pieno di animazioni ed effetti sberluccicosi!

Però, uno dei problemi che portano molte aziende a non adottorarli è la scarsa (o nulla) indicizzazione da parte dei motori di ricerca.

In poco tempo, il database di motori di ricerca quali Yahoo e Google, si arricchirà in breve del materiale presente nei “contenitori” binari realizzati con tecnologia Adobe/Macromedia Flash.

Filmati, widget o interi siti web finora elusivi, inevitabilmente al di fuori della portata dei crawler perché basati su script in Flash, sono contenuti che adesso, perlomeno nella loro parte testuale e “informativa”, potranno essere raggiunti, archiviati e utilizzati per la ricerca.

Google ha già provveduto a iniettare il “Flash indexing algorithm” all’interno dei suoi crawler, mentre Yahoo prevede di farlo con il prossimo aggiornamento al suo motore di ricerca. Apparentemente tagliata fuori rimane Microsoft con il suo Live! Search.

“Gli sviluppatori di applicazioni RIA (Rich Internet Application) e di ricchi contenuti Web – scrive Adobe in una nota – non dovranno più modificare i file vecchi e nuovi al fine di renderli adatti alla ricerca: i loro contenuti saranno infatti subito reperibili dagli utenti in ogni parte del mondo”.

(Fonte: PuntoInformatico.it)



Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: