[Guida Flash]: Introduzione Interfaccia


Beh, il sondaggio non ha avuto molti commenti…anche perché l’ho scritto ieri!!

Cmq, iniziamo con la guida di Flash con Actionscript 2! (dopo questa si passerà ad actionscript 3)

Oggi, per la prima lezione, inizieremo con una breve introduzione all’ interfaccia grafica di Flash (io uso il CS3 in italiano, ma le stesse cose valgono per Flash 8).

Qui un immagine di come dovreste impostare il vostro flash per lavorare al meglio, in modo da avere sotto mano tutte le informazioni e gli strumenti!


Ora andremo a spiegare le zone dove ho messo i numeri che potete vedere nell’immagine.

1. La Barra degli Strumenti che trovate in ogni programma.

2. I Livelli: Ogni livello può contenere infiniti oggetti, sia disegnati che immagini o clip filmato ecc… Il mio consiglio è di mettere ogni oggetto su un livello differente, in modo da poter intervenire anche su un oggetto alla volta, senza fare confusione tra animazione altri oggetti. Accanto abbiamo i pulsanti: Visualizza Livello (l’occhio) per decidere se mostrare o no gli oggetti contenuti nel livello, Blocca Livello (il catenaccio) che permette di bloccare il livello impedendo le modifiche, e Wireframe (il quadratino) che visualizza gli oggetti del livello in modalità wireframe ovvero tracciando i bordi.

3. La Timeline: Nella timeline abbiamo i fotogrammi dell’animazione. più fotogrammi abbiamo e più l’animazione è lunga… I fotogrammi si distinguono in fotogrammi(F5) e fotogrammi chiave(F6 ed F7), i fotogrammi chiave sono quelli in cui si svolge un azione/animazione ecc.. ovvero dove si mettono gli oggetti; i fotogrammi normali sono il prolungamento dei fotogrammi chiave e permettono quindi di prolungare il tempo per il quale il fotogramma chiave verrà mostrato a video… come una sorta di lettore musicale!

4. La Barra degli Strumenti di Flash: Contiene tutti gli strumenti che ci permettono di disegnare, modificare ed interagire con il piano di disegno di flash; è suddivisa in 4 gruppi: nel primo abbiamo gli strumenti di selezione, nel secondo gli strumenti di disegno, nel terzo il secchiello/gomma/contagocce/bottiglia, e nell’ultimo troviamo: il pan (la manina), lo zoom, i colori di bordo e riempimento e le varie opzioni degli strumenti selezionati.

5. La Scena o Piano di Lavoro: Questo è il piano in cui noi andremo a piazzare gli oggetti, o li andremo direttamente a disegnare… Gli oggetti possono essere vettoriali in caso di forme, oppure possono essere forme raggruppate (CTRL+G), o simboli. I Simboli si suddividono in: Grafici (immagini statiche senza possibilità di associare istanza e codice AS), Pulsanti (contengono 4 fotogrammi nella timeline e sono SU per lo stato normale del tasto, SOPRA per il rollover cioè quando il mouse ci va sopra, GIU’ per quando il mouse ha cliccato, e AREA ATTIVA che delimita l’area in cui il pulsante funzionerà).

6. Le Palette: Le palette sono delle finestrelle che è possibile integrare nell’interfaccia di flash richiamandole dalla barra degli strumenti:Finestra. Il mio consiglio è di tenere: Colori e Campioni sopra, Allinea-Informazioni e Trasforma sotto, seguiti dalla Libreria(CTRL+L) e da Errori del Codice-Output e Scena in basso!

7. La Libreria: La libreria contiene tutti gli oggetti (forme vettoriali e raggruppamenti esclusi) e permette tramite un semplice drag & drop di importarli nel piano di lavoro. Si possono raggruppare gli oggetti in cartelle e tramite click destro possiamo regolarne le proprietà!

8. Errori-Output e Scena: Sono le 3 palette che ho piazzato in basso a destra nella mia interfaccia di flash. Errori mostra gli errori nel codice AS durante la compilazione ed aiuta nel debug, Output visualizza i dati printati ad esempio con un comando trace (che vedremo più avanti). La scena invece è come un altro filmato flash unito a quello attuale, contiene una sua timeline, un suo piano di lavoro (la libreria è comune ad entrambi però), ecc… può essere usata per dividere le sezioni di un sito, oppure per impostare un preload oppure anche per suddividere un filmato un po’ incasinato in modo da avere un risultato più pulito e leggibile.

9. La Barra delle Proprietà: In basso abbiamo altre palette tra le quali la prima è la Barra delle Proprietà. Le palette in questione sono: Proprietà, Filtri, Parametri, Accessibilità, Azioni. Dalle Proprietà possiamo impostare lo sfondo, lo grandezza dello stage e il FrameRate (ovvero i fotogrammi al secondo del filmato). I Filtri possono essere applicati ai MovieClip (clip filmato) o altri oggetti e sono degli effetti speciali come la sfocatura, l’ombra, ecc.. I Parametri sono i dati che possono essere passati ai componenti di flash (che studieremo successivamente). In Accessibilità troviamo tasti di scelta rapida o altre opzioni per rendere accessibile (chi si occupa di web design lo sa) il filmato. Infine in Azioni (F9) possiamo scrivere il codice ActionScript del filmato. Il codice può essere scritto solamente su un fotogramma chiave (cliccando sul fotogramma chiave scelto e andando su azioni) oppure su un MovieClip (selezionando il MovieClip e premendo F9 sulla tastiera).

Bene, direi che abbiamo imparato abbastanza dell’ interfaccia grafica di flash, e l’abbiamo configurata a dovere!

Alla Prossima! 😉



1 Commento

  1. […] Il risultato del Trace lo vedrete nella finestra OutPut che vi ho fatto piazzare in basso a destra nella scorsa lezione. […]

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: