[Corso di Fotografia]: 1° Lezione – I Tipi di fotocamera


Iniziamo questo corso di fotografia facendo una breve panoramica sui tipi di fotocamere in commercio, in modo da indirizzarvi all’acquisto del prodotto di cui avete bisogno.

Tipi di fotocamere

Tra i vari tipi di fotocamere che possiamo trovare in commercio, abbiamo le Compatte, le Reflex, e le Bridge.

  • Compatte: Le fotocamere dette “compatte”, sono delle fotocamere di ridotte dimensioni e quindi più usate da persone con problemi di spazio, ad esempio i viaggiatori.

Questo tipo di fotocamere si contraddistingue quasi sempre dall’impossibilità di selezionare manualmente i parametri di scatto, e di poter cambiare obiettivo.

Il sensore interno di questo tipo di fotocamere è grande poco più di un unghia, i più utilizzati dalle marche produttrici sono i sensori CCD con formato 1/2.3” circa.


L’obiettivo fisso è quasi sempre fornito di zoom ottico misurato convenzionalmente in “X”, ovvero in fattore di ingrandimento.

  • Reflex: Le fotocamere cosiddette “Reflex” o “SLR” (Single Lens Reflex) sono fotocamere molto flessibili e permettono non solo la gestione di ogni parametro di scatto, ma anche la possibilità di cambiare obiettivo e di avere una messa a fuoco manuale tramite la ghiera dell’obiettivo.

Le reflex sono consigliate agli appassionati di fotografia che vogliono risultati impeccabili, ma personalmente  sconsiglio l’acquisto a chi non sa un minimo di fotografia, in quanto lasciandosi trasportare dalle varie correnti di pensiero e dai “sentito dire”, finirebbe per acquistare un plasticotto inutile (seppur le fotocamere sul commercio attuali siano tutte un buon acquisto)

Il sensore di queste fotocamere è quasi sempre un CMOS in formato APS-C (circa 24×16mm) che, essendo molto più grande di quello delle compatte, permette una resa migliore con un elevato numero di pixel.

Gli obiettivi delle reflex si distinguono per focale espressa in millimetri (mm), equivalenti al formato delle vecchie macchine fotografiche a pellicola.

La maggior parte delle fotocamere Reflex Professionali hanno sensori cosiddetti “full-frame”, ovvero di dimensione uguale alla vecchia pellicola 36x24mm

  • Bridge: A metà tra una compatta ed una reflex abbiamo le fotocamere “bridge”.

Le fotocamere bridge non contano molte differenze dalle compatte, però permettono di apprendere meglio il mondo della fotografia digitale in modo economico, e “preparano” i fotografi alle prime armi a scegliere la loro prima reflex.

Sono consigliate a coloro che studiano la fotografia e non vogliono spendere molto.

Tra le caratteristiche troviamo ancora l’impossibilità di cambiare obiettivo, tuttavia vengono fornite quasi tutte con un obiettivo super-zoom in grado di coprire tutte le focali, dal grandangolo al teleobiettivo.

Una delle caratteristiche che le differenzia dalle fotocamere compatte, è la possibilità di usare la modalità manuale e quindi sbizzarrirci in foto artistiche per quanto i parametri lo consentono.

Purtroppo nonostante l’elevato numero di pixel, le fotocamere bridge non brillano in qualità. Infatti, anche se il corpo ricorda notevolmente quello di una reflex, il sensore rimane quello di una compatta e quindi la qualità cambia solo fino ad un certo punto.

Tra le più economiche troviamo le Fujifilm con lenti Fujinon, e le Panasonic che usano obiettivi sviluppati da Leica, marca molto famosa ai tempi della pellicola.

Sul commercio troviamo anche altri tipi di fotocamere, le “EVIL” (Electronic Viewer Interchangeable Lens) ad esempio che come dice l’acronimo permettono di cambiare obiettivo e dispongono di un mirino elettronico. Ma in questo corso ci concentreremo solamente sulle prime 3 descritte.

 

Guarda questo corso anche su youtube grazie alle video-lezioni:



13 Commenti

  1. Roberta ha detto:

    Ho deciso per la nikon d5100. Non so se esca la nikon d5200, ma da quanto ho letto in giro l’unico handicap (il non avere motore interno per la messa a fuoco) non lo metterebbero sulla d5200 perché li montano su macchine di classe superiore. Quindi inutile aspettare 🙂 grazie per tutti i tuoi consigli, sei stato risolutivo. Kiss
    Roby

  2. Roberta ha detto:

    sempre io, ti chiedo questo poi prometto di non disturbare più 🙂 ho appena visto che è uscita la nikon d3200 e sta per uscire la nikon d5200. Ora tra nikon d5100 e nikon d3200 quale potrebbe essere migliore? Perché come prezzo mi sa saranno simili quando uscirà la d5200. Grazie ancora (è l’ultima, promesso!)
    Ro

    • Stefano Venneri ha detto:

      Gia il fatto che la D3200 monta un sensore rinnovato quasi solo dal software mentre la D5100 porta quello della D7000, direi che decreta il vincitore…

      La D3200 ha più megapixel che se non stampi poster non ti serviranno a nulla se non a spendere più soldi in memory card…

      Per la D5200 aspettiamo che esca prima di giudicare in base ai rumors 😉

      Comunque la D3200 si trova sui 700€, la D5100 anche sui 550€

      Io ho trovato un offesta D5100 + 18-105mm VR a 650€ e l’ho colta al volo 😉

      • Roberta ha detto:

        ops non ti avevo letto scusa… sì sono finalmente convinta. Grazie mille di essere stato così paziente. A presto,
        Ro

      • Filippo ha detto:

        Come ti trovi con il 18-105mm?
        Le qualità di foto sono accettabili? Oppure tornando indietro prenderesti un 18-55mm e magari in seguito un teleobiettivo?
        Grazie, ciao.

        • Stefano Venneri ha detto:

          Ciao Filippo,
          la qualità è indubbiamente superiore al 18-55, e sicuramente non avrei preso il doppio kit perché avrei avuto un obiettivo di scarsa qualità sulle focali corte, ed uno che magari è qualitativamente migliore ma utilizzerei molto poco per via delle focali troppo lunghe.

          Il 18-105 è un obiettivo versatile che sostituirei solo con il 16-85 che ha una qualità nettamente superiore.

          Se punti alla qualità assoluta ti consiglio un obiettivo a focale fissa, come l’economico 50mm f/1.8 che costa intorno ai 120€

  3. Roberta ha detto:

    Ciao. Chiedo a te un consiglio. Non me ne intendo molto di fotografia… ma mi servirà in futuro, per passione e per lavoro. Devo acquistare una macchina fotografica che mi permetta di:
    – realizzare foto macro in scala 1:1;
    – ottenere l’effetto sfocato dello sfondo;
    – girare video in hd sempre in macro;
    – una riproduzione fedele dei colori.

    Il mio budget non è molto elevato… vorrei spendere massimo 350 euro. Ho visto la bridge nikon p510 però temo che non mi dia l’effetto sfocato dello sfondo a cui tengo molto. Inoltre, io ho una compatta economica, la nikon coolpix s3000 che impiega tantissimo tempo per mettere a fuoco e ciò mi stizzisce. Quindi ho paura che tutte le nikon abbiano lo stesso problema. Poi ho guardato anche le reflex… nikon d5100 (con lo schermo girevole che potrebbe servirmi) e le canon eos (550 e 600). Ho letto dei motori negli obiettivi canon che li rendono costosi, ma comunque con le reflex il prezzo aumenta troppo. Non lo so, sono in alto mare. Vorrei spendere un po’ di più per trovarmi una buona macchina da utilizzare anche nei prossimi anni… però non vorrei neanche spendere un capitale.
    Che mi consigli?
    Ti ringrazio in anticipo,
    Roberta

    • Stefano Venneri ha detto:

      Ciao Roberta

      Posso gia dirti che per avere una buona profondità di campo (lo sfondo sfocato) non puoi contare su compatte o bridge… quindi necessariamente reflex.

      Per realizzare foto macro 1:1 devi comprare insieme alla camera, un obiettivo macro che purtroppo è una spesa extra a parte.

      Con lo scarso budget a tua disposizione ci compri a malapena una EOS 1100D con obiettivo base, se vuoi un acquisto duraturo ti consiglio la Nikon D7000 + Obiettivo Nikkor 105mm micro f/2.8 che ha una qualità stupenda e va bene anche per insetti visto che devi metterti molto lontana con il 105mm.

      Però qui siamo sui 1200€ di camera + 700 € di obiettivo…

      In alternativa puoi vedere la D5100 come dicevi tu appunto (che è la reflex in mio possesso) che monta lo stesso sensore della D7000 ma purtroppo non ha la messa a fuoco interna, quindi scordati di montare obiettivi macro vecchi per risparmiare.

      Qualsiasi fotocamera scegli va sempre accoppiata ad un obiettivo macro per avere l’ingrandimento 1:1, o ad un teleobiettivo con funzione macro per avere un ingrandimento circa di 1:4.

      Esistono altri modi per fare macro, come i tubi di prolunga ad esempio, o l’inversione dell’obiettivo, ma per la massima qualità la miglior cosa è sempre l’obiettivo macro.

      Ti invito comunque a leggere il mio corso per capire il funzionamento di una fotocamera, e la lezione 17 sulle macro ed i vari accessori per realizzarla:
      http://www.sv-design.org/blog/corso-di-fotografia-17-lezione-macro/

      Ciao,
      Stefano.

      • Roberta ha detto:

        Grazie mille… hai ragione mi sa che la nikon reflex è la soluzione ottimale. Ora il dilemma è il solito: canon o nikon? La canon d600 sarebbe l’alternativa, ma ho letto che i colori canon non sono molto fedeli e io sono stanca di lavorare sulle foto in post-produzione. C’è il vantaggio che la canon ha la messa a fuoco interna e gli obiettivi costano di meno… ma gli obiettivi meccanizzati nikon costano molto? So che ci sono dei cloni di marche diverse adattabili a nikon, è giusto? Scusa se ti chiedo, ma davvero brancolo nel buio e la tua guida mi è sembrata l’unica più chiara. Ti studierò eccome! Grazie ancora,
        Roby

        • Stefano Venneri ha detto:

          Il dilemma canon o nikon dipende tutto dalle esigenze del consumatore.

          Io mi trovo benissimo con Nikon anche perché la sento più solida in mano.

          Dovresti provarle ad un negozio e capire quale ti sta meglio (si esatto come se fosse un abito!)

          Per quanto riguarda la messa a fuoco interna, anche la D7000 ce l’ha, mentre la D5100 purtroppo no.

          Gli obiettivi di cui parli sono largamente utilizzati anche dai professionisti, quindi puoi fidarti dei marchi più conosciuti come: Tokina, Tamron, e Sigma.

          (Ti direi Zeiss, ma una lente costa intorno a 1000€ quindi lascia perdere)

          Quindi: prova la 600D e la D5100 che si equivalgono come range di fotocamera (la canon ha in piu l’autofocus interno, ma la nikon tiene meglio gli alti valori ISO per le foto notturne… in macro nn serve, ma se la usi anche per altro si!), prova i comandi e spulcia le funzioni.

          http://www.snapsort.com – su questo sito puoi confrontare le caratteristiche.

          Ti ringrazio comunque per il complimenti sulla guida, è pensata apposta per iniziare da zero.

          Buona fotografia.

          • Roberta ha detto:

            Grazie a te per tutto, tornerò dopo l’acquisto e inizierò a tartassarti con le domande sulle lezioni 😛 Povero te! ^_^ Grazie ancora, kiss.

  4. […] 1° Lezione – Corso di fotografia – Tipi di fotocamera […]

  5. […] in questa terza lezione del nostro corso fotografico, nelle precedenti puntate abbiamo visto “i tipi di fotocamere sul commercio” e “le caratteristiche per un buon […]

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: