[Corso di fotografia]: 5° lezione – Scegliere l’obiettivo


Benvenuti nella quinta lezione del nostro corso di fotografia.

Nella scorsa lezione abbiamo parlato degli obiettivi e delle lunghezze focali, in modo da capire bene che obiettivo ci serve per il nostro scopo.

Bene, ora possiamo comprare il nostro nuovo obiettivo ma…. ci accorgiamo subito che sugli obiettivi, sono impresse molte sigle che non sempre sono facili da intuire.

Quello che andiamo a descrivere in questo articolo, sono le principali sigle conosciute per i marchi Nikon e Canon.


Iniziamo subito con un esempio, prendiamo questa immagine, e vediamo cosa possiamo scoprire di questo obiettivo:

  • Nikon DX indica che è un obiettivo Nikon per il formato camera DX.
  • VR indica che è un obiettivo dotato di stabilizzatore ottico
  • AF-S indica che dispone di motore autofocus interno
  • Nikkor 18-55mm invece indica che sono adottate lenti nikkor con escursione focale da 18mm a 55mm
  • 1:3.5-5.6 indica i valori di diaframma impostabili su questa lente
  • G indica che sulla ghiera non è presente la scelta dei diaframmi, che si dovrà effettuare obbligatoriamente dal corpo macchina.

Elenchiamo ora tutte le sigle per gli obiettivi Nikon e Canon:

Nikon

AI – Automatic Indexing
Ottica di vecchia generazione a fuoco manuale.

AI-S AI System
Ottica di vecchia generazione a fuoco manuale, rispetto alle AI permette l’esposizione programmata e a priorità di tempi.

AI-P
Ottica di vecchia generazione a fuoco manuale, rispetto alle precedenti versioni è dotata di CPU che consente le esposizioni automatiche (esposizione Matrix).

AF-I – Autofocus-Internal
Ottica dotata di un motorino DC interno per la messa a fuoco, sistema sostituito a partire dal 1996 dall’AF-S (utilizzato solo su alcuni teleobiettivi tra il 1992 e 1996). Sistema compatibile esclusivamente con alcune reflex di gamma alta.

AF-D
Ottica non dotata di motore di AF interno, se montata su alcuni modelli Nikon (d40, d40x, d60) perde l’automatismo della Messa a Fuoco.

AF-S
Ottica dotata di motore interno AF di tipo SWM.

SWM
Motore silenzioso ad ultrasuoni (Silent Wave Motor) che equipaggia le ottiche di tipo AF-S

G
Ottica in cui non è presente la ghiera dei diaframmi

VR – Vibration Reduction
Ottica dotata di sistema stabilizzatore di immagine.

D – Distance/Dimension
Ottica in grado di utilizzare il sistema “RGB Matrix Metering”, ovvero è in grado fornire alla fotocamera informazioni relative alla distanza del soggetto.

DX *
Ottiche progettate specificatamente per essere utilizzate sul formato ridotto Nikon (dx).
* Se la sigla non è presente è implicito che si tratti di una ottica progettata per il Formato pieno, può essere quindi utilizzata su FF digitale (Fx), pellicola 35mm o formato ridotto DX.

ED – Extra-low Dispersion
Ottica dotata di elementi ottici a bassa dispersione (trattamento delle lenti al fluorite).

IF – Internal Focus
Ottica dotata di un sistema di AF basata sul movimento esclusivo di un gruppo di lenti interne, evitando quindi il movimento della lente frontale, caratteristica che risulta comoda nell’uso di alcuni filtri (ad esempio polarizzatori o digradanti.

SIC – Super Integrated Coating
Ottica in cui le lenti hanno subito un trattamento antiriflesso multistrato, utilizzato soprattutto negli zoom.

N – Nanocrystal Coating
Ottica in cui le lenti hanno subito un ulteriore tipo di trattamento antiriflesso multistrato, utilizzato soprattutto nei supertele.

C – Multi Coating
Ottica dotata di elementi ottici che hanno subito un trattamento a strati multipli (sino a sette).

ASP – Aspherical lens element
Ottica il cui schema è composto da una o più lenti asferiche, dotate cioè di profilo non sferico.

CRC – Close Range Correction system
Ottica dotata di un sistema di messa a fuoco che permette la correzione delle aberrazioni per distanze ravvicinate.

RF – Rear Focusing (RF)
Ottica dotata di un sistema di AF basato sul movimento esclusivo dei gruppi posteriori, maggiore compattezza e leggerezza, AF rapido.

DC – Defocus Control *
Ottica dotata di un sistema di controllo dell’aberrazione sferica dell’ottica, in grado di regolare il livello di sfocatura nei piano posteriori e anteriori a quello di Messa a Fuoco.
* Esistono soltanto 2 ottiche specifiche dotate di questo sistema (105 f/2 e 135 f/2).

PC – Perspective Correction
Ottiche dotate di un sistema in grado di decentrare alcuni dei loro elementi, permettendo pertanto la correzione prospettica dell’immagine e di aumentare la PdC (profondità di campo).

Micro
Ottiche in grado di garantire un elevato rapporto di ingrandimento (1:1) le cui lenti sono caratterizzate da un elevato potere risolvente.

Canon

FD
Ottica a baionetta di vecchia generazione incompatibile con le fotocamere Canon EOS con attacco FD se non attraverso specifici adattatori che ne compromettono alcune funzionalità.

EF
Ottica progettata per l’uso su sensore CMOS a pieno formato (full frame)
questa gamma di obiettivi è progettata per le fotocamere Canon FF, ma può essere montata anche su fotocamere con sensore APS-C.

EF-S
Ottica progettata per l’uso su sensore CMOS a formato ridotto (APS-C)
Questa gamma di obiettivi è progettata per le fotocamere Canon APS-C, e non è compatibile con fotocamere con sensore Full Frame e APS-H

TS-E – Tilt Shift – Electronic
Ottica decentrabile con messa a fuoco manuale, ma comando elettromagnetico del diaframma

SF – Soft Focus
Ottica dotata di un sistema di controllo dell’aberrazione sferica dell’ottica, in grado di regolare il livello di sfocatura nei piano posteriori e anteriori a quello di MaF.

MP-E – Macro Photo – Electronic
Ottica di tipo macro a fuoco manuale, l’unica in grado di raggiungere un rapporto superiore a 1:1 (fino a 5:1) senza bisogno di accessori aggiunti. (solo su Canon MP-E65MM F2.8 MACRO)

USM – Messa a fuoco a ultrasuoni
Ottica dotata di motore interno ad ultrasuoni.

IS – Image Stabilizer
Ottica dotata di stabilizzatore d’immagine di tipo ottico.

L – Serie L
Ottiche progettate per l’uso professionale, dotate di elementi ottici e meccanici in grado di garantire elevate prestazioni anche in condizioni estreme.

DO – Diffractive Optics
Ottiche dotate di un elemento diffrattivo utilizzato come primo stadio di messa a fuoco della luce, questo consente di ottenere un ottima qualità d’immagine elevata pur avendo delle dimensioni inferiori rispetto agli obiettivi convenzionali.

Tra le marche più conosciute di obiettivi troviamo anche Pentax, Sony, Tamron, Sigma e Tokina.

Video



2 Commenti

  1. […] 5° Lezione – Corso di fotografia – Scegliere l’obiettivo […]

  2. […] scorse lezioni abbiamo parlato degli obiettivi, e delle sigle che ne identificano i modelli in […]

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: