[Corso di fotografia]: 17° Lezione – Macro


Benvenuti nella diciassettesima lezione del nostro corso di fotografia.

Nella precedente lezione abbiamo parlato della fotografia notturna e dei vari effetti possibili.

In questa lezione ci occuperemo della macro-fotografia.


La macro è uno stile fotografico che consiste nell’ottenere immagini di soggetti molto piccoli tramite forti rapporti di ingrandimento.

Prima di procedere con l’argomento vorrei fare una distinzione tra i vari tipi di fotografia ravvicinata agli oggetti.

Quando prendiamo una fotocamera e ci piazziamo davanti all’oggetto vicino (oppure zoomiamo), non stiamo facendo una macrofotografia, ma semplicemente un close-up.

Infatti esistono 3 tipi di fotografia ravvicinata:

  • Il Close-up: E’ uno stile di foto con rapporti di ingrandimento da 1:10 a 1:2 massimo.
  • La macro: Prevede un rapporto di ingrandimento da 1:1 fino a 10 volte tanto.
  • La micro: Prevede un rapporto di ingrandimento superiore ai 10x, come ad esempio i microscopi.

Ma vediamo ora come fare le nostre fotografie che siano macro o close-up.

Modalità Macro

Iniziamo con la classica modalità macro presente in ogni fotocamera in commercio.

Questa modalità in verità permette solo un close-up del nostro oggetto, e comporta molti limiti.

Infatti, queste funzioni arrivano a mettere a fuoco fino ad 1 cm dall’oggetto… ma come facciamo a fotografare un insetto o un uccello da 1cm di distanza?!

Inoltre non abbiamo possibilità di usare flash, e da molto vicino avremo un oggetto molto scuro.

Lenti Close-Up

Rappresentano il primo approccio alla macrofotografia.

Il loro utilizzo è particolarmente semplice.

E’ sufficiente avvitarle sugli obiettivi delle reflex per ottenere immediatamente un incremento del fattore di ingrandimento.

Per le fotocamere compatte e bridge è spesso richiesto l’acquisto di opportuni anelli adattatori venduti separatamente.

Il vantaggio di questo ausilio alla fotografia close-up consiste nell’avere lenti che non assorbono luce e aumentano l’avvicinamento al soggetto anche se siamo distanti.

Come una lente d’ingrandimento insomma.

Tubi di Prolunga

I tubi di prolunga permettono di arrivare ad ingrandimenti anche di 1:1,  come delle vere e proprie macrofotografie.

Essi agiscono aumentando la distanza tra il sensore e l’obiettivo.

Infatti vengono montati prima del nostro obiettivo, prolungando il nostro zoom.

E’ necessario precisare però, che maggiore è l’aumento del tubo di prolunga, e minore sarà la luce percepita dal sensore.

Inoltre l’uso di un treppiedi risulta quasi obbligatorio, in quanto a tali ingrandimenti, l’obiettivo non riesce a stabilizzare i nostri momenti a mano libera.

Il Soffietto

Il soffietto è uno dei sistemi più antichi ma anche uno dei sistemi più professionali nel campo della fotografia macro.

Possono essere utilizzati con obiettivi macro come tubo di prolunga estendendo a nostro piacimento la distanza tra sensore ed obiettivo.

Inversione dell’ottica

L’inversione dell’ottica è una tecnica che non prevede grandi difetti e consiste nell’invertire il lato dell’obiettivo che viene montato sulla nostra reflex.

Esistono infatti alcuni anelli adattatori, che permettono di montare al contrario il nostro obiettivo, ottenendo cosi un ottimo ingrandimento.

L’unico difetto veramente rilevabile è che la parte interna delle lente tende a rovinarsi e sporcarsi, e quando monteremo il nostro obiettivo nel verso corretto, tutta la polvere e lo sporco finiranno sul nostro specchio e il nostro sensore.

Obiettivo Macro

Gli obiettivi macro sono specializzati per questo tipo di fotografia, ed in alcuni casi, possono essere usati anche per risaltare le imperfezioni della pelle nei ritratti.

Prevedono un ingrandimento generalmente dallo 0,5x in su e possono essere montati anche su tubi di prolunga per aumentare il fattore d’ingrandimento.

Consigli per lo scatto

Ecco alcuni consigli veloci per lo scatto di fotografie macro:

  • Armatevi di molta pazienza, e non scattate mai singolarmente… Specie se si tratta di insetti.
  • Usate sempre un treppiedi: Si sa che in caso di macrofotografia, se non si usa un obiettivo macro molto luminoso, i tempi di scatto si allungano. Evitiamo il mosso usando un treppiedi.
  • Usiamo lo scatto remoto: Utilizziamo uno scatto remoto in wireless o con telecomando, in questo modo eviteremo il micro-mosso causato dalla pressione del nostro dito sul pulsante di scatto e anche di venire attaccati dagli insetti che fotografiamo.
  • Scattiamo utilizzando il liveview (lo schermo LCD): Questo non solo ci aiuta in caso di inquadrature scomode rasenti il pavimento, ma ci permette di vedere in anteprima la nostra composizione.
  • Alzate lo specchio: Sempre per evitare il micro-mosso, alcune reflex professionali permettono di alzare lo specchio qualche istante prima che l’otturatore si apra, in questo modo il movimento meccanico dello specchio non va ad influire sulla nostra immagine.
  • Se usate il treppiedi evitate la stabilizzazione dell’immagine: Anche un alito di vento con fotocamera su treppiedi può far uscire una foto mossa a causa dello stabilizzatore attivato. Disattiviamolo, o se presente sulla nostra ottica/reflex, impostiamolo sul modo 2 che è fatto appositamente per questo scopo.
  • Usiamo la regola dei terzi: Anche se lo sfondo è quasi sempre sfocato, non dobbiamo scattare foto centrate ai soggetti. Cerchiamo sempre pose originali rispettando sempre la dinamicità della foto resa dalla regola dei terzi.

Video

Anche per oggi abbiamo concluso.

Non perdetevi le prossime lezioni in cui parleremo dello still-life, della post-produzione e dei software di elaborazione delle immagini.



6 Commenti

  1. Pedro ha detto:

    ho solo un piccolo dubbio, dove posso trovare i tubi di prolunga?

  2. […] 17° Lezione – Corso di fotografia – La Macro […]

  3. Stefano Venneri ha detto:

    Salve luciano,
    ti ringrazio per il commento. 🙂

    Qui il link alla lezione n° 10: http://www.sv-design.org/blog/corso-di-fotografia-10%C2%B0-lezione/

    Se invece intendi la versione video invece è ancora in progress perché sto avendo poco tempo di filmare e montare.

    Non appena riuscirò, completerò anche la versione video 🙂

  4. luciano ha detto:

    seguo da sempre con passione tutto quello che è fotografia e naturalmente rileggo volentieri anche quello che già conosco. questo corso è ben fatto e alla portata di chi si affaccia per le prime volte in questo mondo fatto di immagini e colori.
    questo è il mio commento all’opera…
    ma il corso numero 10 dove è?
    gradirei risposta:GRAZIE

  5. […] lezione precedente abbiamo visto come realizzare e cosa utilizzare per avere delle ottime fotografie […]

Lascia un commento a [Corso di Fotografia]: 18° Lezione - S.V. Design

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: